Percorsi di visita 2018-01-30T11:27:28+00:00

I percorsi di visita

Privernum fu fondata come colonia romana sul finire del II secolo a.C; la città fu costruita in un sito di pianura, posto all’interno della fertile vallata dell’Amaseno, che era già stato abitato da un insediamento di cittadini Romani stanziati in questo territorio dalla fine del IV secolo a.C. Durante la prima fase edilizia, Privernum fu dotata di mura, fu tracciato il suo impianto urbanistico regolare e furono realizzate le infrastrutture primarie: le strade, il sistema fognario e l’acquedotto. La città fu edificata secondo un piano urbanistico regolare ordinato su fasci di strade parallele ma non ortogonali che hanno disegnato isolati e programmato quartieri e via via fu dotata di templi, piazze, terme, teatro e lussuose residenze per l’élite cittadina.

La sionomia e la storia urbana di Privernum furono fortemente condizionate dall’acqua, elemento peculiare del paesaggio privernate, segnato dal corso di un fiume, l’Amaseno, e dalla fitta rete dei suoi affluenti che indirizzarono le scelte insediative no ad avere una ricaduta nella definizione stessa del sito della città romana di cui fissarono, peraltro, estensione, morfologia e infrastrutture.

In evidenza: